Lunedì, 21 Luglio 2014 13:54

THE EU AGAINST RUSSIAN BANS

 

The tension between the EU and Russia rises again regarding the "war of hams," because it is yet to be reached a bilateral agreement to remove the interdiction of European exports of pork previously imposed by Moscow in late January 2014.

It was actually in late January, after the identification of four Byelorussian boars affected by African swine influenza between Lithuania and Poland, that Moscow decided one-sidedness to block the pork imports from Europe.

The European Commission had already tuned to Geneva in April 2014 in order to solve the problem by bilateral discussions but the outcome was unsuccessful.

For these reason the European commission has decides to ask the WTO the intervention of a panel to solve this argue, which has an economic impact equal to 580 million euros on European exports to Russia on a total of 1, 4 billion euros per year for 750 thousand tons (almost 20% of Russian consumption, of which 3, 3% are products coming from Italy).

 

Pubblicato in Destinations and sectors
Martedì, 15 Luglio 2014 14:55

LA UE CONTRO I DIVIETI RUSSI

 La tensione tra la UE e la Russia sale nuovamente in merito alla "guerra dei prosciutti", poiché non è stata raggiunta ancora nessuna intesa bilaterale per rimuovere il bando delle esportazioni europee di carne di maiale imposto precedentemente da Mosca a fine Gennaio 2014.

E' proprio a fine Gennaio, successivamente all’identificazione di quattro cinghiali di origine Bielorussa affetti da febbre suina africana tra la  Lituania e la Polonia, che Mosca ha deciso unilateralmente di bloccare le importazioni di carni suine da tutta l’UE.

La commissione UE si era già  rivolta a Ginevra ad Aprile 2014, al fine di risolvere la problematica per tramite di  discussioni bilaterali, ma senza alcun risultato.

Quindi,  ha deciso di chiedere al WTO l’intervento di un panel per risolvere questa disputa il cui impatto economico pesa circa 580 milioni di euro sulle esportazioni europee verso la Russia  su un montefatturato di  1,4 miliardi di Euro annui per 750 mila tonnellate (pari circa al 20% dei consumi russi, di cui il 3,3% circa di prodotti provenienti dall'Italia).

 

Pubblicato in Destinazioni e settori

La Russia ha intenzione di attuare un progetto di sviluppo ambizioso attua a rafforzare il proprio status come membro centrale della rete di trasporti continentali migliorando e potenziando i collegamenti tra Oriente e i mercati Europei e viceversa, investendo prorpio in quello che è il core business dei trasporti Russi:LA FERROVIA

 

Pubblicato in Destinazioni e settori

Clienti e servizi

IFA offre servizi in grado di coprire in modo efficace qualsiasi necessità di trasporto via mare o via terra: dal macchinario completo all' hi-tech, dall'alimentare ai chimici.

IFA

IFA opera dal 1982 nel settore delle spedizioni internazionali, perseguendo da sempre una strategia aziendale che pone al centro del servizio lo sviluppo commerciale del cliente.

IFA International Forwarding Agent SRL | Via Cristoforo Colombo 6, 20066 Melzo (Milano) | tel. +39.02.95736765 - fax +39.02.95737443 | p.iva IT04804330159